Le abilità nella collaborazione 

La capacità di collaborare è quella abilità che permette di lavorare con successo verso un obiettivo comune con gli altri. Include la comunicazione chiara, l’ascolto attivo degli altri, l’assunzione di responsabilità per gli errori e il rispetto della diversità dei colleghi.

La maggior parte degli ambienti di lavoro richiede non solo collaborazione ma anche la comprensione di una varietà di prospettive, la gestione delle priorità di tutti nel gruppo e il soddisfacimento delle aspettative come membro affidabile di una squadra.

Una collaborazione di successo richiede spirito di cooperazione e rispetto reciproco. I datori di lavoro in genere cercano dipendenti che siano parte di una squadra e siano disposti a bilanciare i risultati personali con gli obiettivi di gruppo.

L’idea di essere collaborativi sembra abbastanza facile, ma nella realtà sappiamo non essere proprio così.

Ti potresti chiedere da dove venga la mia competenza per poter parlare di questo argomento?

Sono stata, per un lungo ed emotivamente pesante periodo, responsabile della selezione e della gestione del personale per un’azienda.

Forse una delle esperienze che più mi hanno formata, ero molto giovane e mi sono trovata a decidere turni, mansioni, ferie e tutto il corollario annesso per persone molto più grandi di me. 

Cosa ho imparato? 

Ho affinato la mia naturale predisposizione nell’intuire le capacità degli altri, dove mettere chi, a fare cosa, ho migliorato la capacità di mediazione e di ascolto. Quando ho iniziato a lavorare da sola ho avuto il vantaggio di sapere a priori che tipo di persone avrei voluto attorno a me ed ai miei progetti. Mi ha impedito di prendere delle fregature? Assolutamente no, ma credo mi abbia evitato il peggio. 

Cosa devi sapere sul lavoro di squadra?

Ogni persona in una squadra ha punti di forza e di debolezza, preferenze di comunicazione e obiettivi personali. La visione e la missione aziendale influenzano molto come si creeranno le diverse collaborazioni. 

L’uso delle capacità di collaborazione all’interno di un team può includere:

  • Mantenere la comunicazione aperta e non nascondere mai le informazioni necessarie per svolgere i compiti
  • Raggiungere consenso su obiettivi e metodi per completare progetti o attività
  • Offrire il riconoscimento dei contributi degli altri nella tua squadra, dare credito dove il credito è dovuto
  • Identificare gli ostacoli e affrontare i problemi in modo cooperativo man mano che si verificano
  • Mettere gli obiettivi del gruppo al di sopra della soddisfazione personale e/o del riconoscimento, soprattutto se sei il leader
  • Scusarsi per i passi falsi ed essere compresivi verso gli errori altrui ; serbare rancore o sabotare gli sforzi degli altri membri del team distrugge la collaborazione

Tipi di abilità.

Per una collaborazione di successo hai bisogno di comunicazione qualificata, intelligenza emotiva e rispetto per la diversità. Ecco uno sguardo più da vicino a ciascuno di questi tipi di abilità di collaborazione.

Abilità comunicative

Raggiungere un comune punto di vista può essere una sfida. All’interno di una squadra, non puoi aver paura di condividere la tua prospettiva, ma non puoi nemmeno imporre il tuo punto di vista a tutti gli altri. Questa capacità di comunicazione è un’abilità essenziale.

Ascolto attivo

L’ascolto attivo va oltre il solo ascoltare i tuoi collaboratori: significa…ascoltare senza giudizio e assicurarti di comprendere il significato dietro ciò che dicono. Se non capisci, chiedi chiarimenti e prenditi del tempo per riassumere quanto detto prima di andare avanti. 

Comunicazione scritta

Tendiamo a fare affidamento su segnali non verbali per trasmettere il significato, quindi è particolarmente importante essere consapevoli di come i messaggi potrebbero essere ricevuti quando comunichi per iscritto.

Comunicazione verbale

Quello che dici in un ambiente di squadra è fondamentale, ma il modo in cui lo dici è altrettanto importante. Condividere il tuo punto di vista in modo breve e rispettosamente in disaccordo sono aspetti essenziali della comunicazione verbale .

Comunicazione non verbale

La comunicazione non verbale, come il linguaggio del corpo e il tono, influisce sulla comunicazione verbale. Le stesse parole pronunciate in due modi diversi possono trasmettere due significati diversi a chi sta ascoltando. Considera sia quello che dici sia il modo in cui lo dici quando lavori a stretto contatto con i tuoi collaboratori

Per mia esperienza: “Non è solo quello che dici, ma è come lo dici” vale per ogni persona all’interno del gruppo. Ho una cliente che ha chiesto ai professionisti che lavorano con lei di svuotare i cestini a fine giornata seguendo la raccolta differenziata, succede 1 volta su 10 che venga fatto. Pensi che sia perchè non ascoltano? Oppure il modo in cui fa la richiesta andrebbe modulata in base al soggetto?

Intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva è una delle competenze trasversali più ricercate sul posto di lavoro:  è la capacità di identificare e gestire le tue emozioni, riconoscere le emozioni negli altri e reagire in modo appropriato e applicare le tue emozioni ai compiti. 

Quando un membro del team è “lunatico” e “scatta” con un altro membro del team, chi ha sviluppato intelligenza emotiva può determinare da cosa nasca questa irritabilità, se come necessità di riposo o segnale di frustrazione.

Anche problemi come la pigrizia o la testardaggine sono “sintomi” di “un qualcosa” più ampio.

Alcuni tratti da coltivare per aumentare la tua intelligenza emotiva includono:

  • Comprendere che le critiche non sono personali
  • Riuscire a riconoscere e staccare dalle emozioni forti quando serve
  • Curiosità
  • Empatia
  • Compassione
  • Risoluzione del conflitto

Per mia esperienza:se capisci di non essere tu la persona con l’intelligenza emotiva più sviluppata, inizia a cercare qualcuno che lo sia perché farà una grandissima differenza 

Rispetto per la diversità

Nella nostra economia globale lavorare con persone di altri paesi e culture è una possibilità super formativa ed utile per la tua attività. Per avere successo, è essenziale riflettere su eventuali pregiudizi impliciti che potresti avere in modo da poter lavorare rispettosamente con tutti.

Per mia esperienza: ho lavorato con persone di religione musulmana per tanto tempo ed ho imparato moltissimo dal diverso approccio culturale ai diversi aspetti aziendali. Un modo di lavorare più riflessivo e calmo rispetto al mio che rapido ed istintivo.

Una professionista invece mi mandava la ricevuta prima ancora di fare il lavoro,  Ho capito con il tempo che per il suo modo per rassicurarsi della propria serietà e non sentirsi in difetto rispetto alle aspettative. 

Il rispetto per la diversità in un ambiente collaborativo include, tra le altre cose:

  • Comunicazione aperta
  • Sensibilità alle origini etniche e religiose
  • Costruire e gestire le aspettative
  • Facilitare la discussione di gruppo
  • Concordare ruoli che capitalizzano i punti di forza individuali
  • Costruire consenso
  • Raccogliere punti di vista dai membri del tea

Settimana prossima ci rileggiamo con le 4 caratteristiche necessarie per costruire un rapporto coi collaboratori costruttivo che sto scrivendo anche grazie alle risposte del sondaggio su instagram.

Cosa succede sul mio instagram….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.